Decidiamo di passare un weekend a Siena. durante la passeggiata pomeridiana facciamo una tappa al Consorzio Agrario di Siena. ci torno più che altro per fare scorta di “rigatino” una specie di guanciale con il quale ho scoperto i miei primi vengono meglio.

Mi avvicino al banco e vedo due prosciutti “al taglio” che mi guardano. A seguire arriva Federico, maniaco del prosciutto, con occhi languidi. E che fai, non te la fai una merendina per rendere più piacevole a passeggiata?

Optiamo per una “merenda essenziale”. Un etto di prosciutto di cinta senese tagliano a mano.

Il commesso mi dice “Oh, questo è quello da 8 euro l’etto, vado?” ma certo che devi andare, già è partita la salivazione!

Paghiamo, con una certa ansia da attesa e usciamo. Apriamo la busta e ci mangiamo il prosciutto così, nature.

Salivazione abbestia, weekend perfetto, guadagniamo autonomia per almeno un altro paio di ore.

Certo, un bel rosso della zona ci sarebbe stato bene…