Pubblico questa pseudo-ricetta (mi vergogno a definirla tale) memore dell’applauso di mio figlio.
Sono tuttora incerto in quale categoria mettere questo articolo, se tra le ricette o non so che altro…

Avete presente quando avete voglia di una porcheria, una di quelle cose che soddisfa il tuo rientro a casa affamato nel fine settimana? Una di quelle cose in stile americano o tex-mex (forse ricorda un “huevo ranchero”)? Una di quelle cose che… ma si, chissenefrega….ecco. Anche io ho i miei momenti “trash”.

E questa è la “ricetta” che fa per voi.

C’è però da dire che la parte del leone la fa il pane.
Lo facciamo noi in casa con farina integrale e abbondanti semi misti, il che rende qualunque cosa tu faccia – dalla scarpetta a un uovo al tegamini – degno di nota.

Pane come base.
Uovo al tegamino cotto con cura, lasciando il rosso bello liquido.
Pancetta ffumicata di quelle buone (noi ogni tanto facciamo scorta da Antica Norcineria Iacozzilli a Trastevere) tagliata fine e appoggiata sopra all’albume.

Grosso “mischione” a cottura ultimata, da adagiare sul pane appena sfornato, spolverato di pepe Szechouan macinato al momento, accompagnando il tutto con una inevitabile salsa barbecue.

La (ehm…) ricetta ve l’ho data. Il valore di colesterolo e trigliceridi restano top secret.