Gnocchetti alla romana

Un vero piatto della tradizione, presente anche sull’Artusi e “classificato” come vero piatto della tradizione romana e laziale. Latte, burro e semolino: gnocchi diversi rispetto a quelli che siamo solitamente abituati a conoscere.

Giulio Burtone   
Ristorante “Conciabocca”   
www.conciabocca.it   

Gli Ingredienti

1,2 litri di latte
300 g di semolino
60 g di burro
130 g di parmigiano grattugiato
3 tuorli d’uovo
sale, pepe e noce moscata qb

La Ricetta

Per gli gnocchi 
Versare il latte in un tegame e porre sul fuoco a fiamma bassa; aggiungere quindi sale, pepe e un po’ di noce moscata grattugiata.

Versare a filo il semolino nel tegame con il latte, mescolando continuamente il composto con una frusta.
Non appena il composto comincerà a indurirsi e a “sbuffare”, aggiungere in sequenza il burro, il parmigiano e i tuorli fino a completo assorbimento.

Una volta raggiunto un composto omogeneo, riversarlo su una teglia da forno ben oleata, cercando di ottenere uno spessore di circa 1 cm.

Dopo averlo fatto raffreddare, capovolgere il tutto su un tagliere e ricavare dei dischetti con un coppapasta.

Disporre quindi in fila i dischetti su una teglia da forno precedentemente imburrata, cercando di non lasciare spazi vuoti tra l’uno e l’altro.

Aggiungere in superficie un ricciolo di burro e una spolverata di parmigiano grattugiato. Cuocere in forno a 190 gradi fino a doratura.

Per il condimento
Potete scegliere di accompagnare gli gnocchi con il condimento che preferite. Personalmente scelgo sempre un condimento asciutto e senza pomodoro. L’ideale? Broccoletti e salsiccia, una julienne di verdure o una bella vignarola!

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su pinterest
Pinterest
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email
Giulio Burtone

Giulio Burtone

Classe 1991, una grande passione per la cucina concretizzata grazie a numerose esperienze, dal Sofitel Hotel di via Veneto a Roma alla cucina stellata di Alessandro Pipero al Rex passando per l’hotel Aldrovandi di Roma e l'Albos Club di Rosario a Fregene. Grazie a queste esperienze, Giulio matura profondo rispetto per le materie prime e la loro lavorazione. Si forma in lui il desiderio di dedicarsi alla tradizione della cucina romana, aggiungendo il suo tocco personale nella cucina di Conciabocca, a Testaccio
La Minestra di Pesce

Questa è la ricetta della minestra di pesce, così come la facevano mia nonna Dionilla nata

Pinci Cacio e Pepe

Pinci cacio e pepe  (ricetta antica)In Toscana l’unica pasta era quella fatta in casa e il

Gnocchetti alla romana

Un vero piatto della tradizione, presente anche sull’Artusi e “classificato” come vero piatto della tradizione romana

Polpo e peperoni

Una ricetta piatto che si inspira ad un secondo piatto della tradizione il “pollo con i

Leggi anche...