L’altro Marsala di “Heritage Wines”

Francesco Intorcia ha una visione diversa del Marsala.
Non “vino da meditazione” bensì “vino da conversazione”
Non vino solo da abbinare ai dolci ma anche con alimenti sapidi.
E’ nel 2012 che nasce il progetto “Heritage Wines“, una continuazione di quanto iniziato dalla sua famiglia più di cento anni fa.
Un progetto che nasce dalla vigna. Uno stile che abbiamo toccato con mano passando dalla bottarga abbinata alla versione “Secca” al cioccolato di modica abbinato alla versione “Ruby” e “Ambra dolce”.

E, guarda un po, non abbiamo meditato, ma conversato. O meglio – Francesco non ce ne voglia – prima meditato (inevitabile) e poi conversato 🙂

Per chi avesse qualche dubbio, queste sono le classificazioni del Marsala:

Tipologia

Oro da uve a bacca bianca. Solitamente Grillo e Catarratto, ma anche Inzolia e Damaschino
Ambra coma Ambra, ma è permessa l’aggiunta di mosto cotto >1%
Rubino. da uve a bacca rossa. Prevalentemente Pignatello, Nero d’Avola e Nerello Mascalese (con eventuali aggiunte di uve a bacca bianca)

Invecchiamento

Marsala Fine, invecchiamento minimo di 1 anno e volume alcolico minimo del 17%
Marsala Superiore, invecchiamento minimo di 2 anni e volume alcolico minimo del 18%
Marsala Superiore Riserva, invecchiamento minimo di 4 anni e volume alcolico minimo del 18%
Marsala Vergine o Soleras, invecchiamento minimo di 5 anni e volume alcolico minimo del 18%
Marsala Vergine Stravecchio o Riserva, invecchiamento minimo di 10 anni e volume alcolico minimo del 18%.

Dolcezza

Secco zuccheri residui inferiori a 40g/l
Semisecco zuccheri residui fra 40 e 100g/l
Dolce zuccheri residui superiore a 100g/l

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su pinterest
Pinterest
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email
Maurizio Gabriele

Maurizio Gabriele

Fondamentalmente un curioso. Programmatore e sistemista pentito, decide di virare in modo netto verso il mondo della comunicazione, caratterizzato da progetti decisamente più stimolanti. Attratto dalla cucina sia come forma di espressione che di nutrimento e, inevitabilmente, dal vino. Sommelier dal 2018, Writer per passione. Entusiasta per scelta di vita.
Vignaioli in teatro?

Una piazza di Roma, quella del primo maggio. Una Basilica, quella di San Giovanni in Laterano.

In volo

Quando vedi una barriccaia come quella di Donnafugata a Marsala e in tasca hai un drone

Celler Tuets

Caro Albert, puoi dirmi tutto quello che vuoi. Quale vitigno, quale affinamento, cosa ne hai fatto

Guarda anche...