Le “Degustazioni Condivise” – I vini di contrada di Mandrarossa

Quando sentiamo il termine “Vino di Contrada” iniziamo a pensare a una zona specifica, a un fazzoletto di terra ben localizzato.
E vero, ma in questo caso insieme al territorio troviamo anche una storia, o meglio un racconto.
Uno di quei racconti che Mandrarossa ha raccolto tra la gente per identificare al meglio un territorio: sia con il prodotto della terra che con le persone che la vivono.

Terre del Sommacco” racconta storie di garibaldini, supportate dalla vena artistica di Nancy Rossit, ma è il Nero d’Avola in purezza che ci distrae in men che non si dica. Rosso nell’etichetta, rosso nei racconti, rosso nel colore.

Lo abbiamo condiviso con Michele La Ginestra prossimo Rugantino al Teatro Sistina di Roma (e non solo), con Alessandro Campagna, CT di una Nazionale Italiana di Pallanuoto che smania pur di tornare in acqua, Andrea Palotto, regista e autore teatrale e Giulio Burtone, giovane chef del ristorante Conciabocca di Roma, nel cuore di Testaccio.

Roberta Urso di Mandrarossa ci ha accompagnato tra un racconto e un sorso, ma Terre del Sommacco è un vino che ha la sua personalità per non avere bisogno di presentazioni. Intenso, morbido, minerale. Tanta Sicilia nel bicchiere…

 

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su pinterest
Pinterest
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email
bor-admin

bor-admin

Leggi anche...