Lo vogliamo chiamare “gelato”?

Vinitaly 2019. Incantati dalla degustazione dei Marsala di Franceso Intorcia, ma incantati anche dai “sorbetti” di Stefano Guizzetti di Gelateria Ciacco.

Sono messi al bando i grassi idrogenati, gli additivi naturali e/o artificiali, gli oli vegetali così come amidi e derivati.
Se possibile, anche il latte. Neanche quello!

Ciacco Lab è una gelateria creativa e Stefano Guizzetti ne è la sua espressione.
Stefano non può non sorprenderti, per cui, quando dovrete scegliere i gusti del vostro gelato, siate pronti a chidere una coppetta al ‘Grano del Miracolo’ o al “Tè verde Matcha ‘Uji’ biologico del Giappone“…

Ciacco Lab è a Parma, prossima meta per chi come noi è “goloso curioso”.

www.ciaccolab.it

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su pinterest
Pinterest
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email
Maurizio Gabriele

Maurizio Gabriele

Fondamentalmente un curioso. Programmatore e sistemista pentito, decide di virare in modo netto verso il mondo della comunicazione, caratterizzato da progetti decisamente più stimolanti. Attratto dalla cucina sia come forma di espressione che di nutrimento e, inevitabilmente, dal vino. Sommelier dal 2018, Writer per passione. Entusiasta per scelta di vita.
Celler Tuets

Caro Albert, puoi dirmi tutto quello che vuoi. Quale vitigno, quale affinamento, cosa ne hai fatto

Dov’è il frutto?

Certamente un unicum nel panorama italiano della cultura enogastronomica, l’approccio edonistico di Luca Maroni al vino

Gourmet Lucano…

E’ possibile coniugare tradizione e innovazione? Esiste una cucina gourmet lucana?

Guarda anche...