Variazione estiva e fresca“?

Si, è quello che mi ispira l’aggiunta del cipolotto fresco a questa pasta.

In una padella aggiungo olio senza risparmiare, pomodorini tagliati in quattro, capperi dissalati tritati, olive taggiasche e la parte bianca di un cipollotto fresco.
Mandate in cottura a fuoco moderato fino a far ammalvire i pomodorini, Magari, dategli una schiacciata con la forchetta.

A cottura ultimata aggiungete la parte verde del cipollotto fresco, tagliata “per lungo” a fiammifero.
Lasciatela prendere calore, senza girare.
Scolateci la pasta – ci sta bene anche una mezza manica integrale –  e saltate per qualche secondo.

Il cipollotto verde deve prendere calore ma non ammosciarsi.
Sopra, ci potrebbero stare bene scaglie di pecorino o di ricotta salata.
Noi l’abbiamo mangiata “nature”….

Buon appetito.