Torna il Merano Wine Festival 2021, dal 5 al 9 novembre

Dopo i rinvii e annullamenti dell’edizione del 2020, legati al perdurare della pandemia, riprende, finalmente in presenza, il Merano WineFestival, la cui 30° edizione si terrà dal 5 al 9 novembre nelle eleganti sale del Kurhaus, Corso della Libertà 37.

Kurhaus
Parliamo di una delle più importanti manifestazioni del mondo enogastronomico, e del vino in particolare, che si tengono in Italia – festeggia appunto quest’anno il trentennale della sua attività – e che ha una riconosciuta e consolidata fama internazionale: all’evento partecipano stabilmente alcuni tra i marchi più blasonati dei vini di Bordeaux e le più rinomate maison di Champagne.

Helmut Köcher
Helmut Köcher è il direttore e ideatore del festival, nonché “creatore” dei diversi eventi che si svolgono all’interno della manifestazione; organizzato da Gourmet’s International, il programma comprende, visite guidate, degustazioni e premiazioni.

L’evento più importante è il The WineHunter Award, il premio ufficiale di Merano WineFestival, le cui commissioni di assaggio ogni anno selezionano i migliori vini e prodotti gastronomici che saranno proposti ai partecipanti al Merano WineFestival e andranno a costituire l’omonima guida The WineHunter.

La guida si fonda su circa 7.000 vini degustati di cui 3.100 premiati ed oltre 500 prodotti degustati e 380 premiati, suddivisi nelle categorie Food – Spirits – Beer.

La guida è disponibile gratuitamente online su award.winehunter.it. Il premio viene attribuito a prodotti nazionali ed internazionali che, a seguito di una attenta valutazione, raggiungono un punteggio minimo di 90 punti su 100 e si articola in tre fasce di punteggio: Award Rosso (90-92,99 pt), Award Gold (93- 95,99 pt) e Award Platinum (96 pt).

All’interno delle quattro giornate della manifestazione saranno presenti anche “Naturae et Purae – bio&dynamica “, evento dedicato alla degustazione di vini naturali e biologici, un trend che si sta affermando fortemente nel settore vitivinicolo e “Catwalk Champagne”, che nella giornata di chiusura del Merano WineFestival presenta le etichette di alcune delle migliori Maison Du Champagne abbinate a selezionati prodotti gastronomici.

Prima che il Covid-19 sconvolgesse programmi ed eventi – diciamo la nostra vita in generale – Il Merano Wine Festival si svolgeva in tempi e luoghi non troppo distanti dal Vinitaly (probabilmente la più grande manifestazione vinicola tenuta sul suolo patrio) e in qualche modo ne rappresentava il contraltare.

Tanto focalizzato sull’aspetto commerciale il Vinitaly -dedicato in primis ai grossi distributori e buyer mondiali del vino – quanto dedicato alla ricerca ed alla promozione di produttori anche di nicchia ma di altissima qualità il Merano Wine Festival; insomma un evento dedicato a chi, oltre ad essere un winelover, ha abbastanza passione e voglia di impegnarsi – degustando e “studiando” – a conoscere in modo approfondito le eccellenze del pianeta vino e dell’enogastronomia.

È con questo spirito che ci accingiamo a partecipare al festival, con la passione e la voglia di esplorare nuove e selezionate realtà vinicole (e non solo) e di vedere confermata o meno la qualità dei brand più affermati. E invitiamo quanti ci seguono a fare altrettanto!

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su pinterest
Pinterest
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email
Gianni Travaglini

Gianni Travaglini

Sono un appassionato del mondo del vino, mi piacciono i profumi e i sapori che ogni bottiglia di vino racchiude, le sensazioni e le emozioni che trasmette. Sommelier AIS dal 2001, la passione per il vino mi ha indotto a svilupparne altre, in particolare per l’Olio: ho acquisito il diploma di sommelier dell’olio extravergine di oliva dell’AISO nel 2007 e di assaggiatore dell’olio vergine di oliva dell’UMAO nel 2014. Mi piacciono molto anche i distillati, in particolare la grande varietà e specificità del mondo del whisky. Scrivo di vino su Bordolese.it, sulla testata Vinodabere.it mi occupo di Vino, Olio e Distillati; collaboro con i web magazine Lucianopignataro.it ed Epulae.it, sono assaggiatore per la “Guida Flos Olei“, ho collaborato con la guida "I vini d'Italia" de l'Espresso, faccio parte della giuria del concorso Grenaches du Monde.

Leggi anche...