L’annuncio mi ricordava un pò “invito a cena con delitto” e invece in questo caso era con il produttore.
E quando il produttore è Marilena Barbera possiamo sta certi che non il delitto non ci sarà.

Però di Marilena ho già parlato bene altre volte. Questa volta voglio spendere un apprezzamento per Mauro Gallinelli e il suo Ristorante La Scala in Trastevere (giuro, il conto l’ho pagato come tutti quanti…).

Il menu è stato sfizioso e piacevole. Complimenti a Chef Simone per l’estro ma soprattutto per Il bigne finale da applauso. Ma per arrivare al bignè abbiamo dovuto piacevolmente aspettare la fine della cena passando per un interessante gambero rosso – vedi foto – servito come aperitivo, una parmigiana di tonno, uno strepitoso raviolo nero con ragout di calamaro e delle girelle di pesce spada in guazzetto.

Oltre al vino, alla cena e all’ospitalità di Mauro, la piacevole sorpresa è stata la presenza al nostro tavolo di Angelo Peretti, giornalista-blogger e immensa figura nel mondo enologico: una sorta di Treccani enologica a nostra disposizione per tutta la serata, con conversazioni che hanno spaziato dalle domande banali di un aspirante sommelier (io) agli affascinanti racconti di degustazioni epiche di Bordeaux d’annata. La classica situazione in cui pensavi di cominciare a capire qualcosa di vino e invece ti alzi da tavola cosciente di essere drammaticamente all’inizio di un percorso lunghissimo…

Speriamo di avere l’occasione di ripetere serate come queste: Marilena e il suo vino, Mauro e il suo locale, Angelo e il suo sapere.